Soggiorni scolastici

Convinti che la collaborazione sia sinonimo di ricchezza, vi presentiamo i nostri nuovi progetti:

Attività didattiche di più giorni per permettere alle scuole di usufruire delle peculiarità di diversi territori complementari (il Monte San Giorgio e delle pendici del Monte Freidour), realtà vicine alle grandi città in cui la natura si fonde e confonde con la vita di tutti i giorni, mantenendo le sue magiche identità per comprendere la natura e la cultura tipiche di queste zone.

I soggiorni proposti prevedono due giornate di esplorazione e conoscenza del territorio, una alle pendici del Monte Freidour (Cantalupa) ed una all’interno del Parco del Monte S. Giorgio (Piossasco), più un’attività serale nei pressi della Foresteria Campus dell’Albergo “Tre denti” ospitante.

Il soggiorno ha un costo di 65,00 € a ragazzo e comprende:

  • attività di due giorni con un accompagnatore naturalistico + un’attività serale + materiali didattici
  • eventuali visite museali (Museo del Gusto, Museo degli emigrati)
  • accoglienza presso “Foresteria Tre Denti” una notte con pensione completa (cena + colazione + pranzo al sacco). Servizio biancheria. Pasti ragionati secondo la stagione ed i temi affrontati nel percorso educativo.
  • servizio navetta tra Piossasco e Cantalupa
  • due gratuità a gruppo classe riservato alle insegnanti.

Il prezzo può scendere a 60,00 € a ragazzo nel caso in cui:

  • non sia necessario il servizio navetta
  • non si voglia utilizzare il servizio biancheria fornito dall’Albergo 3 denti

I temi proposti per le Scuole Primarie (secondo ciclo) e le Scuole Secondarie inferiori:

NEW Squadra outdor operativa
Un soggiorno dedicato alla “squadra-classe” per imparare a conoscersi in un contesto aperto e ricco di stimoli. Giochi, avventure ed attività sportive per allenare il team imparando a conoscersi in un contesto unico e stimolante

Il territorio tra multiculturalità e biodiversità
Le attività nel corso del soggiorno saranno volte a lavorare sull’interrelazione tra il concetto di multiculturalità e quello di biodiversità. Il percorso didattico vuole presentare alcune realtà presenti sul territorio di specie alloctone per comprenderne gli impatti sull’ecosistema e sulla biodiversità, per poi aiutare i ragazzi ad andare oltre la percezione emotiva della migrazione: spesso le emozioni legate alle migrazioni umane sono di difesa, mentre un animale come uno scoiattolo suscita in ogni caso simpatia. Conoscere le storie che nascondono i migranti, siano uomini, scoiattoli o piante, permetterà ai ragazzi di riflettere sui luoghi comuni, sui condizionamenti di cui spesso si è vittime. Mettere in relazione diversi aspetti dell’aspetto della migrazione, inoltre, aiuterà a lavorare sui collegamenti fra facce diverse di uno stesso concetto. Possibile visita presso il Museo delle Emigrazioni a Frossasco.

Il mondo sottosopra
Le escursioni in campo permettono di scoprire il territorio pedemontano che si esprime in tutti i suoi limiti e in tutti i suoi splendori: le sue ricchezze danno la possibilità di sviluppare la capacità manuale del singolo e invitano alla cooperazione. Il soggiorno ha l’intento di far riflettere sul periodo storico in cui ci troviamo per far comprendere le ricchezze presenti nel singolo come risorsa per migliorare il proprio sé.

Ser Freidur e Ser Giorgio
Le Montagne raccontano: due valorosi cavalieri che vissero al tempo dei castelli nei boschi tra Cantalupa e Piossasco, arricchirono di avventure mirabolanti i racconti del territorio. Un tuffo nel tempo dei castelli per scoprire storie che parlano di paesaggi incantati, di uccelli e magiche piante, un viaggio tra i boschi della zona per conoscere i prodigi della natura che ci circonda.

Il bosco: una risorsa per le montagne
La Natura si racconta: un viaggio alla scoperta del territorio pedemontano della provincia di Torino per riscoprirne la cultura materiale (storia dei materiali e di come vengono utilizzati) legata al bosco. Le escursioni e le attività manuali saranno lo strumento per imparare a conoscere il forte legame che è sempre intercorso tra uomo e natura. Le diverse tipologie di ambiente che i ragazzi esploreranno saranno la base per ragionare sul rapporto tra i paesi e i boschi circostanti; sui diversi utilizzi del patrimonio ambientale che sono stati fatti nel passato, e sulla tutela che oggi è necessaria. La natura però mostrerà i suoi limiti e le sue pericolosità come gli incendi, ma anche le sue peculiarità fino a far comprendere l’importanza della tutela del territorio.

Naturalmente medioevo
La montagna come punto strategico per collocare un Castello ecco che così nasce il quello di Piossasco ora semplici ruderi che permettono un salto nel passato per comprendere le caratteristiche della vita a quei tempi. La natura tutt’intorno contribuiva ad aiutare o ostacolare la quotidianità tra erbe fitoterapiche e animali pericolosi, ma anche alimentando un grandi credenze. Un lungo viaggio alla scoperta di del Mondo medioevale in modo diverso per comprendere la vita quotidiana del popoli di quei periodi tra credenze e tradizioni.

Per maggiori informazioni:
info@studioartena.it – Alina 3381804165